mancano

al 12 ottobre 2016

di Michele Vannucci
(Italia, 2016, 97’)

EVENTI SPECIALI
Sabato 15 ottobre ore 20.30 Cine-Teatro Centrale

IlPiùGrandeSogno

In anteprima per il Carbonia Film Festival l’opera prima di Michele Vannucci, presentata all’ultima Mostra di Venezia, nella sezione Orizzonti. Fra i film italiani più amati e apprezzati della Mostra, Il più grande sogno riscrive la realtà attraverso la finzione rimettendo in scena la storia vera di Mirko, quarantenne dal passato burrascoso che non si arrende di fronte alle asperità della vita e decide di credere che i sogni possono diventare realtà, anche in un contesto difficile come quello della periferia romana. Ad accompagnare il film a Carbonia saranno il regista e gli interpreti Mirko Frezza e Alessandro Borghi, irresistibile compagno di avventure del protagonista.

Mirko, 39 anni, è appena uscito dal carcere: fuori, nella periferia di Roma, lo aspetta un futuro da inventare. Quando viene eletto Presidente del comitato di quartiere, decide di sognare un’esistenza diversa. Non solo per sé e per la propria famiglia, ma anche per tutta la borgata in cui vive. Questo film racconta di un “bandito” che, aiutato dal suo migliore amico Boccione, vuol trasformare l’indifferenza del quartiere in solidarietà, l’asfalto in un rigoglioso campo di pomodori, inventandosi custode di una felicità che neanche lui sa bene come raggiungere. È la storia di un sogno fragile e irrazionale, capace di regalare un futuro a chi non credeva di meritarsi neanche un presente.

Michele VannucciMichele Vannucci (Roma, 1987) si è diplomato in Regia al Centro Sperimentale di Cinematografia nel 2012. In circa tre anni ha diretto sei cortometraggi di finzione, cinque documentari (uno dei quali finalista al Premio Solinas), un mediometraggio documentario (Vigne Nuove). Nel 2015 ha realizzato il cortometraggio Una storia normale da cui è tratta la sceneggiatura del suo film di esordio, Il più grande sogno, vincitore del Premio Solinas Experimenta.

 

 

 

Condividi

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn